Sarei dovuta essere in macchina adesso.

Guidare verso la realizzazione di un altro Sogno.

E ci tenevo.

Contavo i giorni.

Perché quando c’è di mezzo la Musica, ci sono di mezzo Io.

Musica mi emoziona, mi dà la carica per i momenti difficili ed esalta i miei momenti più belli.

Musica più e più volte mi ha letteralmente salvato la Vita.

E forse anche oggi.

Ascolto le parole in melodia degli Sleep Token mentre aspetto che la pasta si cuocia.

E penso che sarei dovuta essere in macchina a macinare km, direzione Monaco, direzione Eden. 

Eh già! È proprio il caso di scrivere “Take me back to Eden”, riportami in paradiso.

E ci volevo tornare, in paradiso.

Ma stavolta qualcosa mi ha trattenuto.

Qualcosa – o qualcuno, chissà – oggi mi ha voluta qui e non lì.

Il perché lo scoprirò in futuro. Una volta ho letto che la risposta arriva quando smetti di farti la domanda.

Io in realtà non mi chiedo perché; e non mi piango addosso maledicendo la sfiga, come probabilmente avrei fatto fino a qualche tempo fa. 

Nella mia Crescita Personale credo di non aver ancora raggiunto la vetta, che sento essere la capacità di saper vivere la mia vita senza che persone, fatti ed agenti esterni possano influenzarla; questo ancora purtroppo non riesco a farlo.

Ma credo anche di essere al gradino immediatamente prima, quel livello in cui vivi i cambiamenti della vita con beata accettazione e senza porti troppe domande sul perché e il percome, fiduciosa che la strada sia sempre quella giusta e che il Cammino, per quante deviazioni possa avere, ti porterà alla tua Meta.

E allora ascolto la mia Sugar sorseggiando la mia birra in questo martedì imbiancato dalla neve, con in testa la voglia di mettere nero su bianco la mia delusione. Certo! Perché non posso nascondere la mia delusione e quel pizzico di amarezza per non aver potuto realizzare ciò che da mesi avevo progettato. Ma sono certa che, presto, qualcosa di ancora più meraviglioso busserà alla mia porta.

Poi parte “Ascensionism” ed inizio a piangere, perché stasera Vessel la canterà ed io sarò qui.

Io che sarei dovuta essere lì.

E paradossalmente ciò che mi ha fermata è ciò che più amo al mondo: la Neve. Quella neve che tanto mi emoziona, con i suoi bagliori e i suoi silenzi, con la sua eleganza e la sua forza.

Allora brindo alla neve, brindo a quelle 4 anime che mi hanno fatto ascendere a livelli che non sapevo potessero esistere.

Che mi hanno fatto conoscere un Eden che, ancora, esiste.

WORSHIP <3